Architettura, studenti manifestano a Cagliari: il fotoracconto

Il fotoracconto di Antonio Secondo della manifestazione degli studenti di Architettura svoltasi a Cagliari, di fronte al Palazzo del consiglio regionale.

Ignazio Caruso

Ignazio Caruso

Di sana e robusta costituzione. Docente Lettere, blogger, mancino e juventino a tempo indeterminato.
Ignazio Caruso

Latest posts by Ignazio Caruso (see all)


Cagliari, via Roma, Consiglio Regionale della Sardegna. 24 febbraio 2015.

Alle ore 15 una delegazione composta di studenti, assegnisti e dottorandi è stata ricevuta dal Presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, e da sei consiglieri di maggioranza e opposizione. Presenziano anche il Sindaco di Alghero Mario Bruno e l’Assessore comunale all’istruzione e cultura Gabriella Esposito.

Alla stessa ora, in Viale Trieste, nella sede dell’Assessorato all’Urbanistica, l’assessore Cristiano Erriu ha ricevuto una delegazione composta di docenti, dottorandi e assegnisti.

Infine, alle ore 16.50, una delegazione di docenti, assegnisti e studenti è stata ricevuta dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Claudia Firino.

Gli incontri hanno evidenziato la volontà comune di sostenere finanziariamente il Dipartimento di Architettura Design e Urbanistica dell’Università di Sassari situato ad Alghero, garantendo l’offerta didattica per i prossimi tre anni accademici. Nonostante l’appoggio politico, sono stati espressi dubbi sull’opportunità di reinserire la sede di Alghero all’interno del fondo per le sedi decentrate, anche se vengono riconosciute la specificità territoriale e l’importanza del dipartimento, oltre che i risultati raggiunti dell’inscindibile connubio tra la città di Alghero e il DADU.

Gli studenti si rendono disponibili nell’immediato futuro a discutere con l’Amministrazione Regionale circa il ruolo strategico del DADU all’interno del territorio regionale e chiedono con forza un coinvolgimento attivo nelle scelte di ridefinizione delle strategie e delle politiche per l’istruzione, la formazione, l’università e la ricerca.


Commenta

commenti