Dialogo tra un algherese e Dio per far restare Ryanair (che però non torna)

Alghero è sempre più isolata, cittadini e imprenditori non sanno più dove sbattere la testa: così c'è chi ha pensato di chiedere aiuto a Dio. Con risultati tutti da scoprire.


È una calda mattina di giugno nella città di Alghero. Un giovane cammina nervoso sul lido Maria Pia. Fa avanti e indietro da venti minuti, tenendo nervosamente un cellulare in mano. Improvvisamente, si ferma e lo porta all’orecchio.

Sembra stia chiamando qualcuno.

Uno squillo, due squilli, tre squilli, quattro squilli… Al quinto, qualcuno risponde.

Dio… Mi senti? Dio?

Mhmm…

Mi senti?

Mhmmm.. Si. Scusa, mi sto svegliando. Dammi un attimo.

Certo, figurati. Fai con calma, ti aspetto… Anche se non abbiamo molto tempo.

Dite tutti così. Nel frattempo sono andato a letto alle 5, sono le 9 e ho un mal di testa che mi sta uccidendo. Hai un Brufen?

Ehm… no.

Un OKI?

No..

Che cazzo, sei molto povero o molto in salute?

No, in teoria li avrei… Ma non qui. Sono fuori casa, ti chiamo da una spiaggia.

Va bè, mi farò solo un bicchier d’acqua e spera che mi basti. Perché mi hai svegliato? Chi sei? Cosa vuoi? Che succede?

Ecco, mi chiamo Gianni, ti chiamo da Alghero.

Alghero…

Si.. Conosci?

Cazzo se la conosco, l’ho creata io! Quella piccola città su un’isola in mezzo al mediterraneo? Quel bel posto dove parlate ancora il catalano antico, mangiate ricci di mare e avete uno dei lungomare più grandi d’Italia?

Si, quella.

Solitamente mi chiamate in tanti da là, e non si tratta quasi mai di belle parole. Avete un record nel rivolgervi a me in maniera impropria. Hai capito a che mi riferisco? Spesso cercate anche la mia mamma.

Ehm… Si, immagino. Chiedo scusa.

Mhm, un giorno faremo i conti. Comunque, ho notato che ultimamente dalle tue parti mi tirano in ballo sempre più spesso. Che succede?

Ecco, si, appunto… Credo che sia per il motivo per cui ti chiamo. Ci stanno isolando.

Siete già su un’isola, l’ho creata apposta e poi vi ci ho messo. Magari con un po’ di sadismo, ma, insomma… Poteva andarvi peggio. Potevate nascere, che so, in Alaska. Nella terra del Fuoco. Sull’Everest. A Pontida.

Si, però è che fino a poco tempo fa non eravamo così isolati. Sai, c’era una compagnia aerea… Conosci Ryanair?

Certo.

Ecco, sostanzialmente negli ultimi anni sono stati loro a collegarci per bene al resto della terraferma che tu hai creato. Ci hanno permesso di scoprirla, fare dei bei giri, arricchirci culturalmente, crescere… Insomma, ci eravamo abituati a muoverci, come delle persone normali. Senza essere così isolati.

Capisco. E ora, che succede?

Ecco.. Ryanair se ne va.

Perché? Perché andare via se tutto funzionava ed eravate abbastanza felici?

Perché.. La situazione pare confusa, i motivi sono diversi. Tasse, cambiamento di strategia, poca appetibilità della destinazione… Non si capisce granché. Però nel frattempo noi ci rimettiamo tutto.

Ecco… Si. Dunque, cosa vorresti da me di preciso?

Dunque… Potresti fare in modo che Ryanair rimanga? O creare qualcosa di simile.. Che so, GodJet? God Airlines? Paradise Fly? Goddanair?

Eh, mio caro, non credo che sarebbe possibile. Tutti penserebbero a delle compagnie per un viaggio di sola andata in paradiso, un volo da cui non si potrà più scendere… Non sarebbe un bel messaggio. La gente avrebbe paura, capisci? Sarebbe un investimento fallimentare. E poi, l’ultima idea di naming… Goddanair. In alcuni paesi della tua isola potrebbe essere un po’ equivoco. Non fate prima a tenervi Ryanair?

Ecco, noi vorremmo, però… è un casino, non si riesce. Non si trova una soluzione concreta, tra Regione Sardegna, governo nazionale, Unione Europea… Nessun accordo.

Lasciami controllare… Uhm. Uhm uhm uhm. Caro mio, capisco la tua preoccupazione. Sto approfondendo in tempo reale, ho aperto un mio report. Ecco, laggiù siete davvero incasinati. Tra mamma Alitalia, le altre piccole compagnie low cost e una struttura di gestione che è in rosso continuo, non è semplice. Perdete più soldi voi che acqua un colabrodo sfondato. Ora vorreste privatizzare, ma per adesso ci sono solo ipotesi. Non c’è ancora un privato pronto a infilarsi in un ginepraio simile. O almeno, non sembra. Sarebbe più redditizio provare a rianimare MySpace. Nel frattempo, la Regione non ricapitalizza.
E poi, c’è la procedura di infrazione dell’Unione Europea, che prima di pronunciarsi aspetta mesi, anni, tempo che non avete. Un problema che altri affrontano, ma a voi proprio non riesce.
Però, io davvero non posso fare nulla. Io vi ho creato, magari un giorno vi distruggerò. Ma aiutarvi con Ryanair, no. Non posso. Davvero, mi dispiace. Dovete arrangiarvi.

Ecco, speravo che pregarti sarebbe servito, ma non avevo troppe speranze. Però… Senti, visto che non puoi fare qualcosa direttamente, potresti fare qualcosa in maniera indiretta?

Cioè?

Cioè… Se non puoi costruire qualcosa qua… Potresti chiamare qualcuno presso di te, da qua? Dico, spostarli, metterli via. Farli sparire. Magari potresti richiamare quelli che non stanno riuscendo a risolvere le cose. Capisci? Così magari arriva qualcun altro e proviamo a sistemare tutto… Niente di troppo tragico eh.

Guarda.. Io di casinisti quassù ultimamente ne ho fin troppi. Negli ultimi mesi c’è un cazzo di casino continuo, ne sono arrivati alcuni che non ti dico. Tre su tutti: Lemmy, David Bowie e uno che si fa modestamente chiamare Prince. Qui sembra di stare in una sala prove aperta 24h su 24. Questi stronzi stanno a suonare tutto il giorno, a volumi allucinanti, e non c’è verso di farli smettere. Ora stanno lavorando a un cazzo di album, The Stardust Purle Rain, un concept dedicato a cosa succede in paradiso visto dai loro occhi. Stanno coinvolgendo tutti. Freddie Mercury, Elvis, Layne Staley, perfino Kurt Cobain. È un cazzo di delirio totale. Che poi, io non capisco perché siano qui. Anzi, si che lo capisco: neanche Satana li ha voluti. Me lo ha fatto apposta, il bastardo. Questi stronzi fanno feste di continuo. Non riesco più a dormire. In più, qualche settimana fa è arrivato anche Pannella, e puoi immaginare come l’abbiano accolto e come l’abbia presa lui. Sembra di stare in Giamaica. C’è erba ovunque, Cristo.

(una voce risponde da lontano)

Si? Dimmi, pà.

No no, non ti chiamavo… Dicevo così per dire… Torna sulla croce, ad allenarti.

Ah, ok.

(rumore di passi che si allontanano)

Dunque, tu.. Come ti chiami.. Gianni. Gianni, ti dicevo.. Non ne posso più. Figurati se mi metto a richiamare dei professori della tua Regione, che vengono qui a dire che questo no, non si può fare, questo nemmeno, ce lo dice il governo, ce lo dice l’Unione Europea, va contro le norme… No, no. Qui succederebbe un macello ancora più grande.

Ecco, però.. Potremmo trovare un accordo. Potresti rimandare qui un paio di quelli di cui parlavi, e prenderti qualcuno di questi..
Cosa? Mi stai chiedendo di far risorgere qualcuno di questi stronzi? Senti, mi sono già giocato i miei tre bonus per tre resurrezioni epocali: Lazzaro, Gesù e John Snow. Non posso farne altre. Ho chiuso con questi trucchi.

Va bè, io ci ho provato… Eri l’ultima speranza che ci rimaneva.

Ma no.. L’ultima speranza siete voi. Inventatevi qualcosa. Risolvete tutto, tra voi, sulla terra. Potete parlare. Dialogare. Contrattare. Datevi da fare. Mettetevi d’accordo. Vi ho dato tanti strumenti. Usateli.

Ma qui abbiamo giusto delle catapulte.. O delle barche.

Non mi riferivo a quegli strumenti, ma insomma, se siamo a questo punto… Ecco, arrangiatevi con quelle. Se non siete capaci a tenervi una compagnia che può aiutarvi, e non trovate alternative concrete, forse non meritate altro.

Dunque mi stai dicendo “Arrangiati”.

Esatto.

Ok, ci proveremo. Ciao Dio.

Ciao, Gianni. Buona fortuna. Torno a dormire. E non rompere più i coglioni a quest’ora, che dormo sino alle 11.


PS: Qui si fa ironia. Ryanair non tornerà e il tema in realtà è molto complesso. In un aeroporto come Alghero non bisogna permettere a singole compagnie di spadroneggiare, ma allo stesso tempo non si vedono alternative concrete. Nell’immediato, sembra tutto fermo, tra ricapitalizzazione e privatizzazione. Voi che ne pensate? Nel frattempo, tanto vale rivolgersi a Dio.

Che però non sembra interessato.

Commenta

commenti