Escursì: la startup delle escursioni da fare in Sardegna

Viaggiare, esplorare posti sconosciuti e realizzare nuove esperienze: si può fare, anche in Sardegna. Una startup vuole rendere tutto più semplice.

Claudio Simbula

Claudio Simbula

Blogger, pubblicista, bipede.
Se c’è qualcosa che sogni di fare, comincia a farla.
Facebook: Claudio Simbula | Instagram: @sigla
http://claudiosimbula.com/
Claudio Simbula

Esplorare luoghi sconosciuti, vedere posti mai visti prima, fare delle nuove esperienze: tutto bellissimo.

Ma quando qualcuno vuole fare un’escursione, dove può andarla a cercare?

C’è una startup nata in Sardegna che vuole rispondere a questa domanda. Si chiama Escursì ed è un’impresa innovativa nata per permettere a tutti di accedere rapidamente a un grande catalogo di escursioni ed esperienze da realizzare in Sardegna (per ora).

Un’idea che unisce la passione per le gite all’aria aperta e le potenzialità del digitale.

Per capire meglio come funziona, pochi mesi fa ho incontrato i ragazzi che hanno fondato Escursì: Enrico Di Crosta, Marco Medda e Andrea Morra. Dopo una splendida escursione su e giù per l’Asinara, abbiamo chiacchierato un po’ per conoscere meglio il loro progetto.

Ecco cosa ci siamo detti.

 

Ciao ragazzi, veniamo subito al dunque: che cos’è il progetto Escursì?

Ciao e grazie per darci questa possibilità! Dunque, Escursì è un portale online che raccoglie e cataloga tutte le migliori escursioni presenti in Sardegna per metterle a disposizione di tutti gli utenti in maniera semplice.
Le persone interessate possono prenotarle direttamente online, attraverso un servizio comodo e immediato che permette di aggirare i passaggi lenti delle prenotazioni, come le telefonate o le email.

Non solo: sul nostro portale possono iscriversi gli operatori escursionistici – solo quelli professionali, regolarmente riconosciuti – e inserire le loro proposte, così da poterle promuovere.

Ma oltre agli aspetti “tecnici”, per noi il progetto Escursì significa creare qualcosa di importante nella nostra regione, facendo leva sulle meraviglie naturalistiche di cui siamo fortunatamente ricchi; nel nostro piccolo ci piacerebbe essere un tassello di crescita e rinascita della nostra terra.

 

Com’è nata l’idea?

L’idea è nata durante una cena. Siamo tre ragazzi, coetanei e amici da una vita; tutti e tre avevamo una convinzione: creare qualcosa di innovativo nel nostro territorio, che ci permettesse di “inventarci” un lavoro e fosse anche qualcosa di virtuoso e utile per l’economia della Sardegna, senza aspettare che qualcun altro lo facesse per noi! La nostra passione per il mondo della natura, e le nostre passate esperienze con difficoltà di vario genere nel trovare e prenotare una escursione ci hanno indicato la via. Abbiamo messo al servizio dell’idea le nostre competenze provenienti da ambiti disciplinari diversi, abbiamo deciso di partire con un autofinanziamento e di seguire una ricetta che può suonare banale ma nella quale crediamo fortemente e rappresenta la nostra cartina tornasole: sognare in grande ma con i piedi ben piantati per terra.

 

A chi è dedicato il vostro progetto?

Come anticipato all’inizio, il nostro progetto è dedicato principalmente a due macro-aree di clienti: tutte le persone interessate al mondo della natura e gli operatori escursionistici. Per quanto riguarda i primi abbiamo l’ambizione di riuscire ad accontentare tutti: dagli appassionati a quelli che definiamo in maniera leggera “gli escursionisti della domenica”, ai turisti locali, che spesso non conoscono certe esperienze effettuabili a due passi da casa, ai turisti “stranieri” di passaggio sull’isola con voglia di avventura e scoperta. Da chi ha voglia di relax a quelli che invece cercano emozioni forti. Senza dimenticare le famiglie e i più piccoli.

 

Escursì gita in barca in sardegna

 

Il passaggio dall’idea alla startup (realizzazione) è spesso molto difficile. Nel vostro caso, com’è andata?

Verissimo, le difficoltà non sono mancate ma non vogliamo lamentarci troppo. Di certo in Italia fare impresa o trovare dei fondi per delle idee innovative non è la cosa più semplice del mondo. Ma noi siamo andati oltre e forse è stato proprio il nostro punto di forza: appoggiarci solo sulle nostre risorse, intese come competenze, esperienze e anche risorse economiche. Agire in questa maniera ha avuto un duplice riscontro positivo: prima di tutto ci ha portato a ponderare ogni scelta nel modo più strategico possibile e inoltre ci ha costretto a non fare i cosiddetti passi più lunghi della gamba. Infine noi pensiamo sia un bel messaggio per chiunque approfondisca il nostro progetto: essere stati i primi finanziatori di noi stessi mette bene in chiaro quanto crediamo nella nostra idea!

 

Avete partecipato a dei concorsi per startup? Volete raccontarci l’esperienza?

Da metà dello scorso anno (il nostro primo anno di vita) sino a più o meno la fine dell’anno solare, abbiamo partecipato ad alcuni concorsi, seminari e incontri vari dedicati al mondo delle start up. Le esperienze sono state tutte molto impegnative e positive. A volte eravamo costretti a “sdoppiarci” per far fronte a tutti i piccoli e grandi impegni quotidiani. Di sicuro questo ci ha fatto crescere tanto nella consapevolezza e dimestichezza su alcune tematiche che non avevamo mai approfondito. Inoltre siamo riusciti a toglierci delle soddisfazioni che ci hanno dato energia ed entusiasmo per proseguire nel nostro cammino. Però, sinceramente, dopo questo periodo che ci ha visto molto addentro il sistema delle start-up, abbiamo preso la decisione che, anche in questo caso, volevamo continuare su strade non già battute per non avere nessun vincolo.

 

Volete spiegarci più nel dettaglio come funziona Escursì?

Il funzionamento è veramente semplice: si accede al sito attraverso il link www.escursi.com e si ha sullo schermo di qualsiasi dispositivo tutta la proposta catalogata in maniera intuitiva. Trovata l’esperienza desiderata bastano un paio di click per prenotarla direttamente online (tutte le informazioni utili sono presenti nelle pagine dedicate ad ogni singola escursione); dopo la prenotazione arriva immediatamente un voucher da presentare il giorno dell’escursione (anche tramite smartphone) dove inoltre sono presenti ancora una volta le informazioni basilari, come le coordinate del luogo d’incontro e l’orario. Insomma, l’utente spendendo pochi minuti di tempo online, può scegliere la sua escursione in qualsiasi giorno o momento della giornata, e poi dovrà preoccuparsi solo di preparare lo zaino, non dimenticarsi la macchina fotografica e partire per l’avventura!

Per quanto riguarda il lato Partner (gli operatori escursionistici) ci sono dei passaggi più tecnici, anche in questo caso molto semplici ma che non elenchiamo nel dettaglio qua. In sintesi i Partner iscrivendosi accedono a servizi di web marketing, seo e al sistema di gestione online delle prenotazioni, senza dimenticare il costante supporto che garantiamo. Con i nostri partner ci piace studiare strategie condivise, imparare dalla loro esperienza ma al contempo essere propositivi in modo che Escursì possa essere sempre un punto di crescita per entrambi!

 

Escursì-gita-in-quad-sardegna

 

3 mete o 3 esperienze davvero imperdibili da fare in Sardegna.

La nostra proposta è diventata davvero vasta e diventa sempre più difficile consigliarne alcune senza escludere delle vere perle! Meglio ragionare per mete. Partiamo da Alghero: di certo è impensabile non fare la via Ferrata del Cabirol, a Capo Caccia; una escursione carica di adrenalina, sospesi sulla costa e dalla quale si possono scorgere dei panorami unici. Poi bisogna andare per forza ad esplorare i fondali della costa, attraverso le escursioni di snorkeling e diving. Infine bisogna anche scoprire la storia della cittadina catalana e in questo caso abbiamo dei percorsi di trekking urbani che abbinano delle piacevoli camminate tra le strade del paese a dei racconti sulla storia, architettura e tradizioni.

Seconda meta andiamo dall’altra parte dell’isola, a sud, tra Chia, Pula e Villacidro. Qua ci sono percorsi unici: costeering, percorsi costieri tra tuffi, nuotate e piccole arrampicate; di canyoning nei sentieri scavati dai torrenti, tra calate e scivoli. Queste tipologie di escursioni fanno parte di una grande famiglia che viene definita del “Turismo Attivo”; altro punto in cui crediamo molto: un turismo sostenibile che non si limita alla semplice osservazione dei luoghi, ma permette di viverli in maniera intensa  e in perfetta armonia con la natura.

Infine non vogliamo darti una meta geografica ma tematica: l’archeologia. In Sardegna c’è un patrimonio straordinario e noi teniamo molto ai tanti tour archeologici che sono presenti nel nostro sito (c’è una categoria apposita); dal sud a nord ci sono un’infinità di siti, e deve essere una nostra missione, oltre che un nostro orgoglio, promuoverli e valorizzarli.

 

Che progetti avete per il prossimo futuro?

Sono tanti, ti raccontiamo quelli imminenti o appena avvenuti: una nuova versione del sito è online da qualche tempo, aggiornata soprattutto nel layout, più accattivante e semplice con la quale interfacciarsi. Inoltre vogliamo aumentare costantemente la nostra proposta, in modo da avere escursioni in tutte le zone della Sardegna. Un punto in cui crediamo molto sono gli accordi con le strutture ricettive: gli alberghi, i B&B e anche i tour operator potranno rivendere ai propri clienti direttamente dal nostro portale. Un accordo equilibrato e vantaggioso per entrambi, con le strutture che si garantirebbero così un servizio aggiuntivo e noi, allo stesso tempo, riusciremmo ad intercettare i turisti in loco. Senza tralasciare che qualora questo meccanismo si attivasse in maniera capillare, sarebbe anche e soprattutto l’economia sarda a giovarne!

Prima di salutarti e ringraziarti, ti suggeriamo di tenere d’occhio i nostri canali social… Sono già online i nostri video delle escursioni, tra i posti più belli e selvaggi della Sardegna! Non te ne pentirai!!

 

Grazie ragazzi!

Grazie a te e buon divertimento a contatto con la natura!

Se il progetto Escursì ha colpito il vostro interesse, potete visitare il sito ufficiale e la loro pagina Facebook.


In più, date un’occhiata al loro ultimo video, che riassume le escursioni fatte.

Buona escursione!


 

Commenta

commenti