Ryanair, niente addio: ecco 10 nuovi collegamenti con Alghero

Clamoroso annuncio della compagnia low-cost irlandese, che questa mattina ha presentato i piani per la stagione estiva. Pronte 10 nuove rotte da e per la Riviera del Corallo.

Ignazio Caruso

Ignazio Caruso

Di sana e robusta costituzione. Docente Lettere, blogger, mancino e juventino a tempo indeterminato.
Ignazio Caruso

Latest posts by Ignazio Caruso (see all)


Ryanair non lascerà Alghero. Anzi, è pronta a raddoppiare. La compagnia low-cost irlandese, durante la presentazione della programmazione italiana Summer 2016 avvenuta oggi a Bergamo, ha annunciato di essere pronta ad aggiungere altri 10 nuovi collegamenti con l’aeroporto Riviera del Corallo. Dopo il tira e molla di quest’inverno, che aveva portato alla cancellazione di molte rotte (LEGGI), sembra quindi tornato il sereno tra Ryanair e la Regione Sardegna.

Grande soddisfazione, ovviamente, anche nel mondo della politica. «Abbiamo lavorato in silenzio per mesi, ora raccogliamo quanto seminato. Era quello che volevamo» ha commentato l’assessore regionale ai Trasporti Massimo Deiana, non appena la notizia è stata resa pubblica. Entusiasmo anche nel mondo dell’imprenditoria: «La stagione estiva 2016 è salva – annuncia visibilmente emozionato Gavino Sini, presidente della Camera di Commercio Nord Sardegna – e ora possiamo programmare il futuro con serenità».

La notizia è destinata a sconvolgere anche le gerarchie che si stavano andando a delineare tra gli aeroporti sardi. A discapito del recente fallimento della privatizzazione Sogeaal, ora lo scalo Riviera del Corallo sembra far paura agli altri due aeroporti sardi, Olbia e Cagliari, che accusano il colpo: la loro leadership sugli arrivi nell’Isola, infatti, non è più così certa.

Ma quali sono le 10 nuove destinazioni Ryanair? Tra graditi ritorni e novità assolute, eccole nel dettaglio.

Alghero – Girona (Barcellona)

barcellona

Il collegamento con la grande sorella catalana non sparirà. È la prima, grande notizia. Era il febbraio del 2004 quando partì il primo volo: in questi 12 anni, Ryanair ha trasportato circa 1 milione e 200 mila passeggeri, garantendo un facile scambio culturale, economico e sociale con la “capitale”. Chi si disperava per la cancellazione della tratta, può stare tranquillo: resterà ancora a lungo.

Alghero – Parigi

parigi mini

Anche il collegamento con la capitale francese, meta romantica per eccellenza, è salvo. Centro culturale di grande importanza e meta turistica visitata ogni anno da più di 26 milioni di turisti stranieri, Parigi offre più di 150 musei, tra i quali il Louvre, e luoghi eccezionali, come gli Champs-Élysées o la Tour Eiffel. Capitale mondiale dei saloni e delle conferenze, della moda, del lusso, della gastronomia e dell’amore.

Alghero – Cagliari

cagliari

Ecco la prima vera novità. Certo, non è un volo inedito, ma il collegamento aereo tra nord e sud dell’Isola sembrava davvero utopia. Poi, l’idea: «Why not?» si sono chiesti gli irlandesi. I nuovi treni non garantisco un risparmio di tempo rispetto ai precedenti e viaggiare in auto è troppo stancante. Per cui, Ryanair ha pronta la soluzione. Il prezzo del biglietto dovrebbe essere di circa 20 euro e il volo avrà cadenza quotidiana e impiegherà circa 35 minuti. Il miglior modo per avvicinare ancora di più i poli opposti della Sardegna.

Alghero – New York

Volare low-cost da Alghero direttamente negli Stati Uniti non sarà più un sogno. Per questa stagione estiva, infatti, la compagnia irlandese effettuerà, con cadenza settimanale, un volo diretto verso New York City. Dimenticate quindi scali e attese in aeroporto: la Grande Mela sarà a un tiro di schioppo dalla Riviera del Corallo. Certo, non sarà proprio per tutte le tasche, ma il risparmio è garantito. Il primo volo partirà sabato 28 maggio alle 7,15. Riuscirete a salirci?

Alghero – al-Raqqa

al-raqqa

«Se non conosci te stesso, né conosci il tuo nemico, sii certo che ogni battaglia sarà per te fonte di pericolo gravissimo». Così diceva, nel VI secolo a.c., il generale e filosofo cinese Sun Tzu ne L’Arte della Guerra. Possiamo dire che oggi, la massima è ancora valida. Ryanair è da sempre una forza innovatrice nel campo del turismo e dei viaggi e ancora una volta dimostra di non essere da meno, proponendo il collegamento diretto tra la Riviera del Corallo e al-Raqqa, capitale del sedicente Stato Islamico, in Siria. Stanchi della solita noiosa vacanza tra ristoranti e opere d’arte? Con pochi euro potrete recarvi nel luogo dove i musei si distruggono! «Ad al-Raqqa perderete la testa!» annuncia entusiasta il manager irlandese Michael O’Leary.

Alghero – Rovaniemi

babbo natale

Siete dei genitori con figli che credono ancora in Babbo Natale? Siete voi stessi i figli che credono ancora in Babbo Natale anche se avete 30 anni? Siete stanchi del solito, insopportabile caldo algherese? Rovaniemi (Roavenjarga in lingua sami settentrionale) è il capoluogo della Lapponia, la provincia più settentrionale della Finlandia. È qui che si trova il famoso Santa Claus Village, ovvero il villaggio di Babbo Natale: il parco tematico considerato come la residenza ufficiale di Babbo Natale. Qui è infatti possibile incontrarlo personalmente e visitare il suo studio o l’ufficio postale dove ogni anno arrivano le lettere dai bambini di tutto il mondo. Ci sarà anche la vostra? Primo volo il 15 giugno.

Alghero – Isengard

Isengard

Città di grande storia, è un’antica fortezza númenoreana, situata all’estremità meridionale delle Montagne Nebbiose al confine nord-occidentale della regione di Gondor. Il fiume Isen passa vicino al complesso fortificato e ne costituisce un limite naturale. Da visitare, il complesso archeologico di Isengard, costituito da mura di pietra di forma circolare (chiamata il Cerchio di Isengard) e da una alta torre centrale chiamata Orthanc.
Meta turistica per tutti: hobbit, elfi, umani. Il collegamento, però, ha subito suscitato polemiche: «Prepariamoci all’invasione di Orchi e Uruk-hai» hanno detto, in una nota stampa, alcuni esponenti locali di Noi con Salvini. E forse, per una volta, hanno ragione.

Alghero – Gotham City

gotham city

Non solo New York. Per chi è alla ricerca del lato oscuro del sogno americano, Ryanair propone un volo diretto verso Gotham city. La città, anche a causa di un terribile terremoto, è sviluppata in gran parte su un’isola, appena fuori dalla costa nord-orientale, abbastanza vicina a Metropolis. Il governo degli Stati Uniti l’ha dichiarata Terra di nessuno. Famosa per l’alto tasso di criminalità, non è proprio il luogo ideale per coppie e viaggi con la famiglia. Pare che un tizio in calzamaglia e con un mantello nero stia cercando di risolvere la cosa.

Alghero – Topolinia (Paperopoli)

paperopoli mini

Il collegamento con l’aeroporto di Topolinia permette di raggiungere – tramite bus Terravision – la vicina Paperopoli, metropoli all’avanguardia – conta 1.316.000 abitanti – e industrialmente avanzata grazie al sostegno di alcuni magnati locali, tra cui Paperon de Paperoni. Topolinia, invece, presenta lo stile della tipica città della costa orientale americana, di dimensioni modeste e alto borghesi. Entrambe, sono considerate mete per vacanze all’insegna del divertimento e dello sballo. In molti, infatti, al ritorno giurano di aver visto topi, paperi, cani e altri animali parlanti. Primo volo giovedì 26 maggio.

Alghero – Marte

marte MINI

Chi l’ha detto che i viaggi nello spazio siano un lusso per miliardari? Ryanair è pronta a lanciare il primo modello di astronave low-cost che vi porterà, a pochi euro, dritti dritti verso Marte. Una vacanza nel Pianeta Rosso – chiamato così per la grande quantità di ossido di ferro che lo ricopre – vi permetterà di staccare dai ritmi frenetici e dal caos della città per trascorrere qualche giorno di riposo nell’assoluto silenzio che solo un pianeta distante centinaia di milioni di chilometri dalla Terra può offrire.
Su Marte l’atmosfera è molto rarefatta e le temperature medie superficiali piuttosto basse – tra i −140 °C e i 20 °C – per cui portatevi un giubbotto e magari anche una bombola d’ossigeno. Per chi ama la montagna, una visita al Monte Olympus, alto oltre 22mila metri, è obbligatoria.
La natura è rimasta incontaminata, quindi, ma una cosa va detta: la vita notturna non è proprio il massimo. E non solo quella notturna. Diciamo che la vita proprio è molto difficile, quasi non c’è. Poco lavoro, poche possibilità, poche alternative. Soprattutto in inverno, il pianeta è proprio deserto, tanto che molti sardi e algheresi – vista l’attuale situazione – si chiedono: «C’è bisogno di prendere un’astronave per questo?».


Commenta

commenti