Ryanair: il piano Marshall degli imprenditori sardi

Ryanair: il piano Marshall degli imprenditori sardi

Dove la politica fallisce, arriva l'impresa: una rete di imprenditori sardi vuole creare un fondo per far restare i voli Ryanair in Sardegna

Claudio Simbula

Claudio Simbula

Blogger, pubblicista, bipede.
Se c’è qualcosa che sogni di fare, comincia a farla.
Facebook: Claudio Simbula | Instagram: @sigla
http://claudiosimbula.com/
Claudio Simbula

Colpo di scena eccezionale nel caso #RyanairSardegna.
Confcommercio e Federalberghi, stanchi dei continui rimandi della politica, hanno deciso di fare da soli.

L’idea è la seguente: aprire un conto corrente dove convogliare i contributi di tutte le imprese sarde che vogliono mantenere i voli Ryanair. Alberghi, grandi hote, ristoranti, b&b, affittacamere: tutto il comparto turistico, e non solo. Anche la GDO e le imprese dell’indotto. Tutti potranno partecipare, con percentuali diverse, a seconda della tipologia d’impresa e del fatturato.

Tra gli associati si respira un grande entusiasmo. Tutti gli iscritti all’associazione sembrano pronti a fare la propria parte: aprire il portafoglio e creare un mega fondo per convincere Ryanair (o altre compagnie) a fare rotta su Alghero.
Il ragionamento è molto semplice: visto che il pubblico (Sogeaal, Regione, Comune) non può far nulla, agiamo tra privati. Per cui, accordiamoci tra imprese: cordata di imprese sarde da una parte, Ryanair (o altri vettori) dall’altra.
Le associazioni di imprese sarde in sostanza vogliono creare un organismo che possa trattare direttamente con O’Leary, o con chi per lui.
Stando ai calcoli, il progetto potrebbe racimolare una cifra tale da convincere un vettore a coprire almeno le tratte più importanti, come Stoccolma, Monaco, Parigi (molto difficile garantire tutte le rotte presenti sino a poco tempo fa).
Comunque, potrebbe. Usiamo il condizionale, perché per ora è tutta una grande (e bella) suggestione. Difficile da organizzare, ma possibile.

Il dado è tratto. Riusciranno gli imprenditori sardi a portare a casa il risultato?
A salvare il soldato Ryanair (o chi per lui)?
Il segnale lanciato da questa iniziativa è comunque molto forte: se la politica latita, il mondo dell’impresa batte un colpo.

Alla base c’è una volontà chiara: creare un nuovo sistema, un nuovo paradigma, dove un’organizzazione privata possa gestire le strategie di mobilità, in questo caso aerea. Ma quanto dovrebbero sborsare le singole imprese? Si vorrebbero coinvolgere almeno 800 attività, con soglie d’ingresso differenti:

B&B: 300 euro
AFFITTACAMERE: 600 euro
ALBERGHI, HOTEL: 0,25 del fatturato (2014?)
Altre attività (GDO e grandi aziende dell’indotto): dai 10-20mila euro.

L’obiettivo è arrivare a 1 MILIONE in un mese. La deadline è vicinissima: 20 gennaio, al massimo febbraio.
Un mese di tempo per trovare almeno 1 MILIONE di euro. E vedere cosa si potrebbe fare con questi soldi.

A proposito: l’intero sistema di voli Ryanair in Sardegna (tutte le rotte irlandesi esistenti sino alla scorsa estate sui tre aeroporti sardi) ha un valore di circa 15 milioni di euro.
Con un milione di euro, cosa si può ottenere/trattenere?
L’iniziativa è sicuramente lodevole: rappresenterebbe una svolta epocale, che però andrebbe davvero organizzata nei dettagli. Ad esempio, quante rotte vale un milione di euro? Vale 6 mesi di Alghero-Stoccolma? Un anno di Alghero-Monaco? In base a quali valori e coefficienti si può trattare, e con chi? Ryanair è disposta a parlarne? E altre compagnie?

A proposito, a noi è venuta un’altra idea: a questo punto, se davvero si potesse aprire un nuovo tavolo con Ryanair e riattivare delle tratte, perché non coinvolgere l’intera società civile, ovvero tutti i sardi?

Perché non organizzare una vera raccolta fondi, una grande iniziativa di crowdfunding?
Come abbiamo scritto diverse volte (qui e qui), Ryanair non è solo per i turisti, è anche per tutti i residenti. 

E se i cittadini sardi volessero fare la loro parte? Sarebbe un’iniziativa di grande unità e crescita.

In ogni caso, parliamone. Voi come la vedete?


 

Commenta

commenti