Se la Stand-Up Comedy Sardegna sbarca ad Alghero

Domenica 25 febbraio 4 stand up comedian si esibiranno ad Alghero: abbiamo intervistato i fondatori di Stand Up Comedy Sardegna

Claudio Simbula

Claudio Simbula

Blogger, pubblicista, bipede.
Se c’è qualcosa che sogni di fare, comincia a farla.
Facebook: Claudio Simbula | Instagram: @sigla
http://claudiosimbula.com/
Claudio Simbula

Domenica sera ad Alghero andranno in scena 4 stand up comedian sardi. Ma che cos’è la stand-up comedy? E che cos’è il progetto Stand-Up Comedy Sardegna? Lo abbiamo chiesto ai due fondatori, Alessandro Cappai e Albert Huliselan Canepa.

 

Ciao Alessandro, ciao Albert e grazie per la vostra disponibilità. Lasciamo subito perdere i convenevoli e veniamo al sodo.
Domenica presenterete uno spettacolo di Stand-Up Comedy ad Alghero. A proposito, che cos’è per voi la stand-up comedy, e che cos’è Stand-Up Comedy Sardegna?

Ciao Claudio, ciao a tutti. La stand-up comedy, per noi, è un modo più libero di intendere la comicità, libero non solo nei contenuti poiché privo di censura, ma anche dal punto di vista stilistico, perché il monologhista stand-up può esprimersi nei modi e nei tempi che preferisce, senza quella rigidità che caratterizza il cabaret tradizionale. Inoltre, la stand-up comedy è un genere che nasce dal basso. In Italia siamo abituati a una comicità che nasce dal teatro, ma nei paesi anglosassoni la stand-up nasce nei club, nei pub, e solo dopo arriva nei teatri, e probabilmente è proprio questo che l’ha reso un genere più libero.

Stand-up Comedy Sardegna è un progetto che ha come obbiettivo portare questo genere un po’ in tutte le zone della Sardegna, non tanto importando comici da fuori, ma favorendo la nascita di una vera e propria scena locale di stand-up comedy.

 

Che spettacolo presenterete domenica?

Domenica ci saranno quattro comici sardi che si alterneranno sul palco, più una piccola sorpresa in apertura. Saranno quattro comici monologhisti molto diversi fra loro e ognuno di loro farà circa 20 minuti.

 

Puntate più a fare ridere o a far pensare?

Dipende dal comico. Non c’è una regola precisa. Alcuni fanno satira, altri tendono più verso una comicità surreale o comunque fine a se stessa. Questo vale per i comici americani che hanno fatto la storia della stand-up comedy come per la scena sarda che sta nascendo ora. Sotto questo punti di vista, i comici che esibiranno domenica ad Alghero sono un ottimo spaccato delle diverse anime di Stand-up Comedy Sardegna.

 

Quali sono i vostri autori internazionali di riferimento?

Ce ne sono tanti, e spesso passiamo serate intere a parlare di chi siano i migliori, ognuno all’interno del gruppo ha i suoi preferiti. Quindi potremmo farti un sacco di nomi, ma te ne facciamo quattro: George Carlin, Bill Hicks, Woody Allen e Steven Wright.

 

E quelli italiani?

Luttazzi è stato il primo in Italia a fare un certo tipo di comicità, quindi senza alcun dubbio ci ha influenzati molto. Inoltre, noi due in particolare [Albert e Alessandro] siamo, in un certo senso, suoi allievi, dal momento che ci siamo formati scrivendo nella “Palestra” (rubrica dell’ormai chiuso blog di Daniele Luttazzi, da cui costola è nato Lercio, di cui siamo autori). Anche il primo Benigni è stato sicuramente importantissimo. E non possiamo non citare Satiriasi che negli ultimi ha rinnovato l’interesse della stand-up comedy in Italia.

 

Progetti futuri?

Continuare a fare quello che stiamo già facendo ed espanderci in tutta la Sardegna. Ci piacerebbe arrivare ad una fase in cui le persone escono la sera e dicono: “Sai che c’è? Stasera andiamo a vedere la stand-up”. A Cagliari piano piano ci stiamo arrivando, ma ci piacerebbe che la cosa diventasse realtà anche nelle altre principali città della Sardegna.

 

Grazie ad Alessandro e Albert! Per chi volesse vederli dal vivo, appuntamento domenica 25 febbraio alle ore 20.00 nella birreria Sant Miquel (evento Facebook).


 

Commenta

commenti